Forme cliniche dell'ansia

Sintomi dell’ansia

Sintomi dell'ansia
Scritto da Adriano Legacci

I sintomi dell’ansia coinvolgono la sfera cognitiva, la sfera psicofisiologica e la sfera comportamentale. Impariamo a distinguere sintomi e manifestazioni dello stato ansioso.

Sintomi dell’ansia.

Come sottolineano Perugi e Toni (2002), la concezione dell’ansia da un punto di vista clinico-descrittivo è piuttosto recente ed ha fin dall’inizio messo in evidenza lo stretto legame esistente tra le due componenti peculiari del fenomeno ansioso, ovvero l’esperienza psicologica ed il correlato somatico.

Le manifestazioni dell’ansia e sintomi dell’ansia coinvolgono infatti la sfera cognitiva, la sfera psicofisiologica e la sfera comportamentale. Colombo (2001) distingue due principali manifestazioni dello stato d’ansia inteso come sintomo:

  • l’ansia psichica, che si esprime prevalentemente con sintomi psichici
  • l’ansia somatica o somatizzazione dell’ansia, che si manifesta soprattutto con sintomi somatici e neurovegetativi.

 

Sintomi dell’ansia. Tra gli aspetti cognitivi sono stati descritti:

  • anticipazione, apprensione, preoccupazione (Franceschina et al., 2004);
  • incertezza sulla natura e sull’entità del pericolo a cui il soggetto è esposto (Perugi, Toni, 2002);
  • stato di allarme, irrequietezza, paura di morire, paura di impazzire o di perdere il controllo, vissuti di derealizzazione o depersonalizzazione, timori ipocondriaci (Colombo, 2001)

 

Sintomi dell’ansia. Gli aspetti psicofisiologi sono molto variabili e generalmente coinvolgono:

  • l’attivazione del sistema nervoso autonomo (Franceschina et al., 2004);
  • sintomi neurovegetativi, come tremore, tensione muscolare, sudorazione, palpitazioni ed aumento della frequenza cardiaca (Franceschina et al., 2004; Nisita, Petracca, 2002; Perugi, Toni, 2002);

 

Sintomi dell’ansia. La sfera comportamentale può comprendere:

  • manifestazioni di tipo mimico-espressivo (Perugi, Toni, 2002);
  • manifestazioni di tipo finalizzato, come l’evitamento attivo e l’evitamento passivo (Perugi, Toni, 2002).

 

Bibliografia sull’ansia

Sull'Autore

Adriano Legacci

Lascia un commento